HOME | SOCIETA' | FLOTTA | SERVIZI | TRASPORTO ORGANI | PREVENTIVI | CONTATTI | RIFERIMENTI | DICONO DI NOI | PARTNER


Dicono di Noi



Ministero della Salute

Comunicato Stampa N. 169 - 8 Agosto 2012

Un cuore nuovo via Web: tra Praga e il Bambino Ges´┐Ż di Roma l'operazione del centro nazionale trapianti. Leggi il documento in pdf


Articolo "Guariamoli" 48 ore per portare in Italia un bimbo malato

Il Piccolo - Giornale di Trieste del 24 ottobre 2010

Presentato a Pristina il network promosso dalla fondazione Lucchetta "Guariamoli". Leggi il documento in pdf

Aeroporto di Siena - Ampugnano

Voli umanitari, tra Aeroporto di Siena e Aeromed una sinergia fondamentale a favore della vita degli altri All'Aeroporto di Ampugnano effettuata un media di 2 voli al mese nell'ultimo biennio: leggi il documento in pdf

Unità Operativa Complessa di Cardiochirurgia dei Trapianti

Direttore Dott. Massimo Maccherini
Scarica il pdf

LA PROTEZIONE CIVILE - N°5 GIUGNO 2009

Medici "volanti": specialisti in prima linea.
Scarica il pdf.

LA PUGLIA ANCORA IN PRIMA LINEA NEL SOCCORSO AEREO NAZIONALE

“La Gazzetta del Mezzogiorno” 4 febbraio 2009

DUE IMPRESE ALLEATE PER FAVORIRE SINERGIE E COOPERAZIONE NELL’AEROTRASPORTO SANITARIO PUBBLICO E PRIVATO
OGGI ALLE 16 L’INAUGURAZIONE DI UN NUOVO AEREO: UN ALTRO IMPORTANTE PROCESSO DI CRESCITA PER L’IMPRENDITORIA DI TUTTO IL SUD ITALIA

Ancora una volta in primo piano l’imprenditoria del Sud nel settore della sanità pubblica e privata. Sarà inaugurato oggi alle 16, all’aeroporto di Bari Palese (nell’ex spazio Natuzzi) il nuovo mezzo di Aeromed Service Italia srl e Aerotaxi Italia srl, due società leader a livello nazionale nel soccorso aereo sanitario e nel trasporto di organi. Si tratta del King Air B200 di ultima generazione: più veloce e dotato delle più moderne attrezzature in fatto di arredamento sanitario. E che va ad ampliare la già nutrita flotta di aerei ed elicotteri di cui AeroMed dispone da tempo.
L’arrivo del nuovo mezzo aereo non solo consolida e razionalizza ulteriormente la collaborazione in atto tra le due società, ma rientra anche nella strategia di rafforzamento del servizio di soccorso sanitario nel Sud Italia con aerei ed elicotteri di ultima generazione, garantendo altresì un trasporto rapido di organi a scopo trapianto terapeutico in tutte le parti del Paese e di pazienti che necessitano di cure specialistiche
.
AeroMed e AeroTaxi sono operative 24 ore su 24 in ogni periodo dell’anno, e in virtù dei loro servizi di pianificazione e di supporto sono in grado di coprire tratte e collegamenti su tutto il pianeta, grazie anche ad una fitta rete di corrispondenti medici ed organizzazioni di pronto intervento su scala mondiale.
AeroMed e AeroTaxi, che si distinguono da altri per non essere e non ritenersi imprese di brokeraggio bensì organizzazioni sanitarie al servizio della sanità pubblica e privata, si prendono carico dell'organizzazione globale dei trasporti: reperiscono nei tempi richiesti i mezzi idonei in funzione delle esigenze e delle tratte da percorrere, coordinano e controllano tutte le fasi relative al trasporto, mettendo a disposizione elicotteri ed aerei, nonché automezzi veloci di organizzazioni private o di enti di volontariato con i quali sono stati stipulati accordi e protocolli operativi. Le richieste di trasporto di organi ed equipe mediche vengono avanzate nell'arco di tutte le 24 ore e per i 365 giorni dell'anno.
AeroMed e AeroTaxi provvedono all'assistenza e al soccorso, a prescindere dall'evento che lo abbia provocato, mediante soccorso medico extra-ospedaliero, a seguito di incidenti, infortuni, malattie o patologie che provochino rischi per la sopravvivenza delle persone coinvolte.
Costituisce attività di assistenza e soccorso anche quella volta a intervenire con uomini e mezzi ritenuti al momento più rapidi e idonei per: trasporto di pazienti dal luogo dell'evento a un presidio sanitario più idoneo;
trasporto di pazienti da ospedale ad altro ospedale; trasferimento da "letto a letto", anche in zone isolate, fornendo mezzi di trasporto aereo e terrestre; risposta rapida, con una Hotline medica H24, meno di tre ore tra l'accettazione del preventivo ed il decollo dell'aereo (principali destinazioni: Europa dell'Est, Africa, Vicino e Medio Oriente). Terminata la missione, viene inviato agli interessati un rapporto medico; trasporto di persone, anche se sane, in caso di emergenza scaturita da calamità naturali; trasporto di sangue, di plasma, organi, medicinali o quanto sia necessario a salvare vite umane; attività volte alla salvaguardia del patrimonio naturale ed ecologico minacciato da calamità naturali o da eventi di natura dolosa."

 

AEROMED - AERO TAXI ITALIA SOCCORSO AEREO

Ampliano la flotta di aeroambulanze al servizio della Sanità pubblica e privata

 

Premio Bravo 2007

 

Da 25 anni in volo nei cieli d'Italia per portare i soccorsi con l'aereo

il Tirreno — 04 ottobre 2007 pagina 02 sezione: PONTEDERA

PONTEDERA. Quel logo caratteristico dalla “S” stilizzata - due ali dai colori rossi e blu - è dalla seconda metà degli anni Ottanta fino agli inizi del nuovo Millennio un segno distintivo, un elemento caratterizzante per l’intero settore della sanità toscana, nazionale, europeo ed extraeuropeo. In ogni situazione delicata, in ogni trasporto di organi, in ogni intervento di tipo umanitario, c’è la presenza costante dell’Elisoccorso Montecalvoli. Un’organizzazione di volontariato onlus fondata dal dottor Francesco Ferrante e dal compianto dottor Massimo Paterni, tra i primi in Italia a introdurre l’utilizzo dell’eliambulanza nei soccorsi sanitari e di protezione civile. E creando, con un gruppo di medici e collaboratori, la traccia dell’Elisoccorso toscano. L’iniziativa, fin dalle prime battute, si rivela vincente. Non c’è ospedale, non c’è struttura ministeriale che non si affidi alla professionalità dell’équipe tecnico-medica di Montecalvoli. E loro - medici, infermieri, piloti, addetti alle trasmissioni, alla logistica, assistenti - senza un attimo di tregua, togliendo spazio a famiglia, tempo libero e affetti, in giro per il mondo là dove c’è da salvare una vita umana, trasportando organi, prestando aiuto, dando conforto. Se prendiamo - per dire - le cronache dei giornali degli ultimi dieci anni ci accorgiamo che la storia dell’Elisoccorso è una storia fatta di drammi, di disgrazie ma anche piena di vita e di grandi speranze. Una storia di trapianti, di emergenze e di soccorsi umanitari ancora presenti, ne siamo convinti, nella memoria di chi l’ha (a volte suo malgrado) vissuta. E l’esperienza di quei volontari, che col passare del tempo diventano sempre più numerosi, porta alla nascita dell’attuale Aeromed Service Italia, moderna e sofistica struttura sanitaria a livello europeo ed extraeuropeo. Moreno Testi

Scarica la news

 

I tempi sono il fiore all occhiello

il Tirreno — 04 ottobre 2007 pagina 02 sezione: PONTEDERA

PONTEDERA. AeroMed Service Italia è un’organizzazione che persegue finalità di natura sanitaria, con una centrale operativa sempre attiva. L’allertamento del personale di volo e terrestre avviene in 5 minuti dalla richiesta di trasporto di organi a uso trapianto terapeutico. Oltre a Pontedera, sedi a Roma, Taranto e all’aeroporto di Bari. I tempi sono il fiore all’occhiello di AeroMed. Da 20’ a 30’ dalla conferma definitiva della richiesta di aerotrasporto di organi. Da 30’ a 60’ prelievo équipe espianti con speciale automezzo dell’organizzazione convenzionata nella città sede della clinica cardiochirurgia e trasferimento all’aeroporto più vicino per l’imbarco. Da un’ora a 2 ore e mezzo arrivo all’aeroporto, imbarco équipe e decollo con mezzo aereo dell’équipe espianti. Nel frattempo, coordinamento con le prefetture di partenza e destinazione, richieste di apertura straordinaria degli scali aeroportuali, richiesta di scorte-staffette a polizia stradale e carabinieri; richiesta operatività centri radar nazionali per rotte e quote prioritarie dirette. La flotta. Impressionante, per tecnologia, anche la flotta dei mezzi aerei operativi, la cui scelta della tipologia di aeromobile da impiegare è di competenza del direttore medico-operativo. La flotta, composta da due tipi di aeromobile molto differenti uno dall’altro: jet e biturboelica, è dislocata negli aeroporti di Bari, Perugia, Roma/Ciampino, Napoli e Pisa ed è operativa 24 ore su 24. Gli interventi. Sanitari primari e secondari con aerei ed elicotteri; trasferimenti e prelievi di pazienti critici, in Italia, Europa, Nord Africa e Medio Oriente; trasporto sangue, plasma, plichi sanitari urgenti, medicinali con aeromobili e con mezzi terrestri medicalizzati: formazione del personale. Lo staff. L’avvocato Giampaolo D’Angelo è l’amministratore unico della società. Il dottor Francesco Ferrante è direttore medico-operativo. Il professor Michele Amenduni è il direttore responsabile del coordinamento sanitario. Gionatan Quintini è il responsabile dei servizi informatici. Il comandante pilota è Giuseppe Orsini. Direttore linea di volo di AeroMed, ha all’attivo 16mila ore di volo. Ex maggiore pilota istruttore dell’Aeronautica militare, Orsini opera dal 1988 nel trasporto aereo sanitario con Elisoccorso Montecalvoli e dal 2000 con AeroMed Service Italia srl di Roma e Toscana Jet srl di Lucca, di cui è anche direttore tecnico.

Scarica la news

 

Cerimonia a Roma

il Tirreno — 04 ottobre 2007 pagina 02 sezione: PONTEDERA

Stasera a Roma, all’auditorium del parco della musica, cerimonia per il premio “Bravo, il coraggio per gli altri” giunto alla 3ª edizione. Un riconoscimento nato per volontà del generale Luigi Ramponi e del Centro studi Difesa e sicurezza con l’obiettivo di premiare esponenti delle Forze Armate e dei Corpi dello Stato. La novità di quest’anno è che tra i premiati c’è anche Aeromed (che ha la sua direzione medico-operativa a Pontedera) “...per l’impegno e il ruolo centrale nell’assistenza, nel trasporto di organi e nei soccorsi sanitari in Europa e nel mondo”.

 

Operato a Pisa il cameraman colpito dal cecchino: è grave Un proiettile estratto dal cranio. Il tLasferimento coordinato dall'elisoccorso toscano

il Tirreno — 29 maggio 1999 pagina -1 sezione: ATTUALITÀ

PISA. E' stato operato ieri mattina alla clinica neurochirurgica dell'ospedale Santa Chiara di Pisa l'operatore televisivo cileno ferito giovedì al posto albanese di frontiera di Morini dal colpo di fucile di un cecchino serbo. L'uomo, Abner Maciuka, 30 anni, è stato trasportato a Pisa con l'elisoccorso in condizioni disperate. E' giunto al Santa Chiara nella notte tra giovedì e venerdì. Ricoverato in clinica chirurgica è stato sottoposto ad un delicatissimo intervento chirurgico per l'estrazione di un proiettile che si era conficcato nel cranio. Quindi è stato trasferito al reparto di rianimazione. Le sue condizioni restano molto gravi. Il giovane cileno è stato trasportato in Italia grazie all'intervento dell'Elisoccorso di Montecalvoli, frazione di Santa Maria a Monte (Pisa). A coordinare l'operazione è stato il dottor Francesco Ferrante. «Siamo stati incaricati dall'ambasciata cilena a Roma, su indicazione della Farnesina, di effettuare l'operazione di recupero e di individuare un ospedale, in Italia, dove poter operare il giornalista - spiega il medico - Il ferito, era stato dapprima portato all'ospedale di Tirana, ma le sue condizioni erano critiche. La clinica di neurochirurgia a Pisa ha dato la disponibilità. Nella notte tra giovedì e oggi (ieri per chi legge, ndr) il trasporto è stato condotto a termine. Il paziente, che presentava una ferita alla testa, ha subìto un delicato intervento». Il dottor Ferrante racconta anche le difficoltà del viaggio di ritorno: l'aeroambulanza, un jet allestito all'interno come un vero reparto di terapia intensiva all'avanguardia, è atterrata a Pisa alle 4 della notte scorsa dopo aver subìto una variazione di rotta, imposta dalla Nato, per evitare i combattimenti in corso nella zona di guerra. «Io ho svolto solo la funzione di coordinatore dell'intera operazione - dice il dottor Ferrante - ma a bordo dell'aereo, che all'andata era decollato da Peretola, hanno prestato la loro opera la dottoressa Paola Livi e il dottor Gino Calzeroni».

Medici (Rete 4)

6 Marzo 2004

Get the Flash Player to see this player.






Ringraziamenti


Ringraziamenti da Viola e Famiglia

Gentile dr Ferrante e staff,
Ci siamo ripromessi di scriverle queste poche righe non solo per augurarle un felice Natale, ma soprattutto per dirle come il suo messaggio mandato all’ASL di Langhirano ci abbia a dir poco fatto piacere. In questi duri mesi, abbiamo avuto modo di incontrare persone, che, come voi, si sono affezionate a Viola e ne hanno seguito il percorso con affetto. Tutto questo, per noi genitori, è stato parte di quel prezioso aiuto che ci ha permesso di affrontare questo difficile cammino.

Viola ora sta discretamente bene. L’ultimo controllo fatto la scorsa settimana a Londra, ha confermato che il suo decorso è “pretty good”, e, anche se dovremo frequentare spesso il Great Ormond, siamo finalmente speranzosi nel poter dare a Viola un futuro più certo di quello che si stava delineando prima dell’operazione. Grazie a tutti voi, per la professionalità e la cordialità…e non per ultimo per l’umanità dimostrata.

Un grosso augurio di Buone Feste a tutti voi ed alle vostre famiglie da Viola, Lisa e Pier

 

Ringraziamento da Giuseppina e Giacomo

 

Rigraziamento Teresa

Come potrò mai ringraziarLa per tutta la cura e l'attenzione che ci sta dando?
Spero, in un momento di maggiore calma e quando verrà a Roma (se riuscirà ad avere un pò di tempo), possa avere il piacere di incontrarLa assieme a Nives personalmente.

Teresa

 

Ringraziamento Ornella

Desidero ringraziare il dott. Ferrante per la solerzia e la cortesia con le quali ha risposto ieri e oggi alla mia richiesta. Non so ancora se riusciremo a realizzare il desiderio di mio padre di venire da Catania a Milano, dove noi figli viviamo, ma sicuramente come mi è stato risposto rende meno irrealizzabile questo sogno. Dal canto mio ho trovato persino ‘terapeutico’ il tono del dott. Ferrante!

Quindi ancora grazie e buon lavoro e Buona Pasqua a tutti!

Ornella